Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 Basta denaro pubblico (Enel) per finanziare gli inceneritori di rifiuti!

 .:Inviato Giovedì, 21 dicembre 2006 @ 11:36:59 da Anonymous
Ambiente Anonymous scrive "montecitorio
Nei prossimi due giorni, il Governo decidera' se utilizzare un DDL per far rientrare il famoso errore di battitura sul testo del maxi emendamento della Finanziaria.
Dobbiamo fare quanta piu' pressione sugli uffici di Presidenza di Prodi e di coloro che hanno voce in capitolo, per levare dalla bolletta Enel gli incentivi all'incenerimento dei rifiuti.

Alleghiamo una bozza di testo da firmare come associazioni, comitati o semplici cittadini e da inviare via posta elettronica ai seguenti indirizzi:
(il primo e' il segretario personale di Prodi)s.sicarna@governo.it, segreteria.ministro@attivitaproduttive.gov.it, bersani_p@camera.it, segr.ufficiostampa@minambiente.it, pecoraro_a@camera.it, ambientefuturo@interfree.it
CARO PRESIDENTE DEL CONSIGLIO,
come espresso anche dall'assemblea nazionale RIFIUTI ZERO, svoltasi a Firenze il 17 dicembre scorso, SIAMO A SOTTOPORLE LO SDEGNO DEI COMITATI E DELLE ASSOCIAZIONI DEI CITTADINI impegnati a contrastare la pratica inquinante dell'incenerimento dei rifiuti VERSO LA PERPETUAZIONE DEI FINANZIAMENTI PUBBLICI AGLI INCENERITORI.
Già più di 30 miliardi di euro sono stati sottratti dalle tasche dei cittadini (con la bolletta elettrica) per "regalarli" alla combustione dei rifiuti e degli scarti dell'industria petrolifera. Prezioso danaro che sarebbe dovuto andare alla promozione del riciclaggio, delle produzioni pulite e delle VERE ENERGIE ALTERNATIVE.
CI AUGURIAMO CHE IN SEGUITO AL COSIDDETTO "errore materiale" intervenuto in sede di approvazione del maxiemendamento alla finanziaria in cui un testo che pur giudicato da noi "insufficiente" e che toglie i sussidi pubblici agli inceneritori (ma non a quelli esistenti) E' STATO ULTERIORMENTE MODIFICATO RIPROPONENDO LA LOGICA DELLA"TRUFFA" dei soldi pubblici agli inceneritori ancora non funzionanti IL GOVERNO INTERVENGA IMMEDIATAMENTE PER RIPRISTINARE ALMENO IL TESTO INIZIALE.
In linea con le decisioni prese nella suddetta ASSEMBLEA NAZIONALE se ciò non dovesse avvenire SOSTERREMO INIZIATIVE DI TUTELA DEI CONSUMATORI APPOGGIANDO AUTORIDUZIONI DELLA BOLLETTA E RICHIESTE DI RIMBORSO PER I SOLDI INGIUSTAMENTE SOTTRATTI AI CITTADINI.
Il Comitato o l'associazione
..............
"

Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Ambiente


Articolo più letto relativo a Ambiente:
Comunicato stampa sesto invaso

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
"Basta denaro pubblico (Enel) per finanziare gli inceneritori di rifiuti!" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie
 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/