Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 Comune Debibliotecatizzato

 .:Inviato Mercoledì, 26 luglio 2006 @ 15:05:22 da rdbcub
Lavoro e sindacato


Volantino informativa sindacale del Comune di Guidonia Montecelio

Le biblioteche comunali sono state esternalizzate ad una associazione culturale, trasferendo in questi mesi il personale in altri servizi, con atti e manovre macchiavelliche e dopo un periodo di lavoro grigio offerto a giovani laureati, costretti ad accettare una sussidio da fame.
La RDB-CUB aziendale e territoriale condanna gli espedienti di lavoro grigio e precariato di questa amministrazione, nonche' la svendita, la privatizzazione e l'esternalizzazione dei servizi pubblici.

La cultura e' in svendita: chi offre di meno?

Rsu Aziendale Rdb-CUB del Comune di Guidonia Montecelio
RdB Cub Enti Locali Territoriale Guidonia-Palombara-Tivoli-Monterotondo

per contatti: 0774391191 email:rdbcub AT aniene.net

Preleva il volantino in formato pdf


F.to:
Rsu Aziendale Rdb-CUB del Comune di Guidonia Montecelio
RdB Cub Enti Locali Territoriale Guidonia-Palombara-Tivoli-Monterotondo

per contatti: 0774391191 email:rdbcub AT aniene.net


Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Lavoro e sindacato


Articolo più letto relativo a Lavoro e sindacato:
Assunzioni e questione morale

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
"Comune Debibliotecatizzato" | Login/Crea Account | 27 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie

Ce n'è per tutti... (Voto: 0)
di Anonymous il Giovedì, 27 luglio 2006 @ 05:28:48


[ Rispondi ]


Re: Comune Debibliotecatizzato (Voto: 0)
di Anonymous il Giovedì, 27 luglio 2006 @ 05:38:00
Da quel che mi risulta la storia non è esattamente così... dovreste scrivere una mail a Di Palma e chiedergli la sua versione dei fatti, credo sarebbe un interessante altra campana... oppure prendeteci un appuntamento, fatevelo spiegare e poi scriveteci com'è andata... tutto sommato se siamo riusciti a farlo noi è una cosa fattibile per tutti. GjO


[ Rispondi ]


Ass.Cultura (Voto: 0)
di Anonymous il Giovedì, 27 luglio 2006 @ 10:12:24
Carissimi, forse è um po' paternalistico o clericale iniziare così ma non mi veniva un'altro ingresso. Comunque, il giorno che mi sono insediato ho trovato le quattro biblioteche in una situazione difficile. Il personale profondamente demotivato tant'è che due su tre persone avevano chiesto di essere trasferite (per iscritto). I trasferimenti vengono accettati e le persone trasferite dove avevano desiderato. Restano tre persone e l'assenza di personale qualificato da trasferirvi. Si ricorre allora ad un Bando Pubblico nel quale si chiedeva a Giovani Laureati, Anziani con esperienza, Associazioni e cooperative di prestare il servizio dietro un contributo di € 500,00. Rispondono soltanto una quarantina di giovani laureati ed un anziano (quest'ultimo senza i requisiti richiesti). Il primo stupore della commissione (di cui io non facevo parte) e successivamente mio è quello dei curriculum dei ragazzi il che denota grande richiesta di lavoro. Vengono inseriti cinque ragazzi. Dei tre dipendenti comunali presenti soltanto una resta a disposizione mentre gli altri due vengono richiesti dall'ufficio personale per altri servizi e da questo ufficio messi a disposizione. La persona che resta nella biblioteca funge da coordinatrice dei ragazzi e le cose cominciano a filare nella giusta direzione. Numerosi gli apprezzamenti degli utenti. Ai ragazzi viene prorogata la possibilità di prestare il servizio ma successivamente viene definito non prorogabile. Alla scadenza, prevista per il 30 giugno, dovevamo trovare una soluzione. Nel frattempo la Giunta approva il PEG Cultura e prevede un contributo per la gestione delle Biblioteche pari a 50.000 euro per l'anno 2006. I ragazzi vincitori di bando nel frattempo si associano ed avanzano la richiesta di concessione del servizio. L'Ufficio mi rappresenta la proposta. Dalla proposta emerge che c'è continuità nel servizio, che il servizio è reso bene, che dal precedente bando non erano emerse associazioni disponibili, che la volontà dell'amministrazione era quella di dare in gestione il servizio, che il servizio era comunque seguito da personale del Comune con una responsabile, che si potefa effettuare senza un'ulteriore bando anche per non avere lacune nel servizio e vista anche l'esiguità degli importi. Il mio indirizzo è stato positivo, l'attività è resa da un'associazione e dunque non esiste nessuno sfruttamento visto il carattere volontaristico. Spero di essere stato esaustivo e laddove i servizi funzionano proviamo a parlarne bene affinchè aumenti il numero degli utenti. Ringrazio l'Ufficio cultura per l'attenzione prestata e per il servizio reso alla cittadinanza. Vi ringrazio, il tutto per doverosa conoscenza, Andrea Di Palma


[ Rispondi ]


Risposta Ass.Cultura (Voto: 0)
di Anonymous il Giovedì, 27 luglio 2006 @ 16:13:55
Rdb-Cub territoriale risponde: 

 
E' noto come si tenda con qualsiasi strumento a convogliare servizi e uffici nella Pubblica Amminstrazioine considerati di pubblica utilità in forme privatistiche e/o con convenzioni esterne all'ente stesso invece di far funzionare detti servizi (leggasi asl o scuole dove si manifesta più forte
questo andamento delle scelte della classe politica italiana).
Si tende a dire che gli stessi servizi funzionino meglio con i privati, ma il piu' delle volte non è cosi e lo dimostrano le numerose esperienze privatistiche in giro in italia: dove il servizio resta lo stesso, con gli stessi carichi lavorativi e la stessa qualita', i costi del servizio lievitano consistetemente per il cittadino in quanto altri soggetti di natura
privata debbono trarne profitto da quello che offrono mentre dove i prezzi restano uguali e il servizio anche, chi ci rimette è il lavoratore che, per mantenere alta la produttività mantenendo i costi è costretto ad una attività il piu delle volte sottopagata per rendere il giusto profitto imprenditoriale.

Nel Comune di Guidonia Montecelio purtroppo e' in atto una destrutturazione dei servizi e del personale, disincentivando le funzioni in alcuni casi e in altri non supportando le normali esigenze operative.
Forse ciò può anche essere fatto in buona fede, ma tornando al caso specifico, gli atti parlano chiaro:
Nell'autunno dello scorso anno era attivo un bando sperimentale per qualche mese per giovani o associazioni per coprire una parte di servizio bibliotecario in ausilio all'esistente.
Il bando veniva ricoperto da alcuni giovani, guarda caso con la rinuncia di una vasta fetta di partecipanti, mediante un contratto di lavoro a prestazione d'opera (primo presupposto errato presente) e contemporaneamente veniva avvertito il personale dipendente comunale di trovarsi una nuova collocazione.
Non entrando nel merito della scelta dei partecipanti e dei metodi progettuali praticamente assenti ,la RdbCub interveniva con una nota in merito congelando la situazione a tutela del personale dipendente.

Da premettere che le citate interpretazioni di dipendenti che traslocano da un ufficio ad un altro sono dovute principalmete alla mancanza di un riconoscimento o di una incentivazione al lavoro svolto durante questi anni in mansioni che non competevano ma con impegno e solerzia visto che Guidonia ha in attivo cinque biblioteche comunali fornite di testi e non solo.

Conseguentemente e' naturale che l'apporto di persone che aiutino gli uffici crei un aumento di produttività negli uffici stessi, ma non a scapito degli stessi lavoratori o di un servizio pubblico.

L'ultimo trasferimento possibile e' stato quindi effettuato ed ora le biblioteche sono in mano ad una associazione costituitasi appositamente per questo (da quello che ci risulta da quanto dettoci verbalmente...siamo in attesa degli atti che speriamo arrivino presto)

La carenza di personale nei servizi può essere affrontata in altro modo, con assunzioni dove sia possibile, ma anche incentivando le figure competenti  che
da anni svolgono quelle funzioni e non trasferendole o mettendole in stato di trasferimento per l'invivibilità del posto dove lavorano, ma anche pensando all'intervento di associazioni o cooperative o altri apporti che vadano a supportare un servizio pubblico, non a sostituirlo.

Per finire questo intervento di risposta, sarebbe interessante definire i costi e gli orari di lavoro dei ragazzi, solo per una verifica se si tratti o meno di 'lavoro grigio' come diciamo noi oppure di altro che andrebbe poi individuato.

Ci riserviamo di comunicare ulteriori sviluppi di questa situazione.

Rdb Territoriale
Guidonia Palombara Tivoli Monterotondo


[ Rispondi ]

 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/