Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 Inquinamento occultato

 .:Inviato Venerdì, 03 marzo 2006 @ 21:49:54 da hauyna
Ambiente hauyna scrive "
Riduzione dell’aspettativa di vita media (in mesi)
a causa di antropogenici PM 2,5




Dopo l'allarme lanciato il 7 gennaio " A proposito di polveri sottili..."
l'intervista rilasciata, qualche giorno fa. dal Dott. Stefano Mantovani al giornale del Trentino "L'ADIGE" e riportata integralmente su questa rete merita di essere rivisitata e drammaticamente calata nella realtà ambientale del nostro territorio.
Quanto dichiarato a proposito della pericolosità delle polveri sottili, cioè di quelle polveri inferiori a 2,5 micron che vengono attualmente ignorate dai sistemi di rilevamento che monitorano l'aria che respiriamo in quanto la nostra legislazione prevede soltanto le PM 10, deve farci riflettere con estrema preoccupazione sullo sforamento di 30 volte, che si è verificato nel nostro Comune nei primi due mesi dell'anno in corso, dei parametri previsti sulla concentrazione di PM 10 nell'aria che respiriamo.
Perchè se tanto mi da tanto quante polveri PM 2,5 ci sono nella nostra aria?
Sicuramente una quantità rilevantissima se come riportato nell'intervista del Dott. Mantovani i maggiori produttori di queste polveri killer sono il traffico diesel e gli stabilimenti che nel loro ciclo produttivo raggiungono elevate temperature, vedi il cementificio.

"E' un dato di fatto, sostiene il Dott. Mantovani, che le polveri atmosferiche sono tanto più dannose quanto più le loro dimensioni sono piccole: le polveri grossolane ( PM10) penetrano meno profondamente nelle vie respiratorie e passano con difficoltà dalle vie aeree al sangue, mentre diminuendo di dimensioni (PM2,5 e inferiori) aumentano la capacità di andare più in profondità nei bronchi e, soprattutto, la facilità di passaggio. Particelle di qualche centinaio di nanometri di dimensioni penetrano dagli alveoli polmonari nel sangue entro un minuto dall' inalazione e vengono depositate in vari organi, fegato, reni, cervello, linfonodi, ecc. Spesso queste particelle non sono biodegradabili e, di conseguenza, una volta che si sono istallate in un organo vi rimangono per sempre, perchè non abbiamo meccanismi di eliminazione. Si innesca così un ovvia reazione da corpo estraneo che si manifesta di norma come una granulomatosi. patologia che, a sua volta, può trasformarsi in una forma tumorale"...

Di fronte a questo quadro drammatico cominciamo a chiedere all'Amministrazione Comunale:

1) di vietare il traffico dei mezzi pesanti all'interno dei centri abitati di Villanova, Guidonia e Villalba;

2) di far rispettare le regole previste dal Codice della Strada ai mezzi pesanti che trasportano calcare dalle cave di travertino alla Cementeria e all'impianto di frantumazione a ridosso di Setteville coprando il loro carico con i teloni;

3) che la Buzzi Unicem appronti silos chiusi per lo stoccaggio del polverino di carbone che utilizza come combustibile che mensilmente riceve da Civitavecchia a mezzo camion.
Tale combustibile attualmente viene stoccato a terra alla mercè degli agenti atmosferici;

4) che apra un tavolo di confronto con la Soc. Autostrade, ora che sono in procinto di partire i lavori per la costruzione dello Svincolo, affinchè provveda alla realizzazione di una barriera verde( siepi e alberi ad alto fusto) che abbatta parzialmente le polveri sottili e altri inquinanti (benzene, piombo, ecc.) prodotti dal flusso veicolare, che 24 ore su 24 interessa la Bretella Fiano/ S.Cesareo, che attraversa il nostro territorio da Nord a Sud a ridosso di Collefiorito, I Pichini, il Bivio di Bagni, l' Albuccione.

5) Concordare con la Buzzi Unicem un sistema di Centraline di controllo che rilevino permanentemente i dati relativi a tutte le fonti di immissione in atmosfera di polveri, fumi e vapori,
e di istituire un gruppo di lavoro paritetico che analizzi sistematicamente tutti questi dati ed altre situazioni di rischio ambientale che uno stabilimento come quello di Guidonia può
comportare.

Meditiamo gente, meditiamo!!!
"

Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Ambiente


Articolo più letto relativo a Ambiente:
Comunicato stampa sesto invaso

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 3
Voti: 1


Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
"Inquinamento occultato" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie
 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/