Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 Servi dei servi dei servi.......

 .:Inviato Mercoledì, 27 luglio 2005 @ 20:26:57 da titiro
Software Libero Accordo Poste Italiane-Microsoft ecco la "raccomandata online".
Parte dalla raccomandata online che potrà essere inviata da tutte le applicazioni di Microsoft Office, la nuova partnership tra Poste Italiane e l'azienda di Redmond. Bill Gates, patron della Microsoft e Massimo Sarmi, amministratore delegato di Poste italiane hanno presentato l'accordo al Principe di Savoia di Milano. Una partnership siglata sotto i flash dei fotografi con il gesto del cinque, all'americana. E' l'ultimo appuntamento di Bill Gates in Italia. L'unico che si chiude con una brevissima conferenza stampa, in cui il presidente di Microsoft risponde alzando le spalle e scuotendo la testa a chi gli domanda se lo preoccupa la concorrenza di Linux. "Linux è lì - sorride Gates - è una realtà, ma non è l'unico concorrente della nostra storia". La partnership con le Poste, forse la più grande azienda di servizi del Paese e la Microsoft, promette di andare lontano. Poste italiane ci mette i suoi 14 mila sportelli sparsi in tutta Italia e il suo marchio, "di affidabilità e trasparenza", ha sottolineato Massimo Sarmi. Microsoft di suo ci mette la tecnologia. Obiettivo: riuscire a portare nei 14 mila uffici postali anche coloro che non hanno accesso alla tecnologia. E la raccomandata online non è che il primo passo. In realtà esisteva già. La novità è che dai primi mesi del 2005 sarà possibile inviarla direttamente da Office o da qualunque applicazione Microsoft. Da lì la raccomandata va direttamente al centro di smistamento di Poste Italiane e poi a destinazione come oggi, in una busta. L'utente può seguirne il percorso, sapere se è stata consegnata o meno. Informazione utilissima alle aziende. Una volta inviata la raccomandata l'utente riceve una e-mail di conferma. E sempre dal sito, con pochi clik, può inviare un biglietto di ringraziamento e, perché no, un regalo, scegliendo dal catalogo di Poste italiane. Pagamento online, con la nuova carta multiservizi di Poste italiane o con altri strumenti. Ma questo è solo l'inizio del progetto messo in piedi da Microsoft e Poste italiane. "L'idea di una partnership è nata nel 2003 - ha detto Massimo Sarmi - e già oggi possiamo offrire due servizi, la Xbox e la raccomandata online". Nel futuro c'è invece la creazione di una piattaforma integrata di servizi per consentire a cittadini, aziende e pubblica amministrazione di usufruire dei servizi postali, finanziari, di logistica e di e-government erogati da Poste italiane mediante strumenti quali pc, telefoni cellulari e tv digitale. Quanto costa questa partnership con Microsoft non è dato sapere. "Rientra tra gli investimenti in tecnologia e innovazione - ha detto Massimo Sarmi - stanziati da Poste italiane, 800 milioni di euro l'anno". Nessun problema, ha assicurato Sarmi nemmeno a livello di regole Ue in materia di concorrenza. "Una frase ci accomuna a Microsoft - ha concluso Sarmi - 'noi siamo per un futuro semplice'".


Ecco svelato il motivo della visita del prode Bill con annessa cena da bellachioma.
E la libertà di scelta ??
E gli altri sistemi operativi?
E gli altri editor di testo?
E i soldi spesi per pagar ele licenze non potevano essere risparmiati ed utilizzati per altri più degni scopi che quelli di far ulteriormente arricchire uno straricco che utilizza la sua posizione dominante per dettare legge a governi e governucoli??????
Usare LInux e software libero è una scelta di libertà, ...... e voi ancora lobotomizzati con microsoft??

Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Software Libero


Articolo più letto relativo a Software Libero:
Camera: passa il software libero

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
Associated Topics

Software Libero

"Servi dei servi dei servi......." | Login/Crea Account | 3 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie

Re: Servi dei servi dei servi....... (Voto: 0)
di Anonymous il Mercoledì, 03 agosto 2005 @ 09:44:41
test 2


[ Rispondi ]


Re: Servi dei servi dei servi....... (Voto: 0)
di Anonymous il Giovedì, 28 luglio 2005 @ 18:03:47
Tra breve le mail avranno valore legale, come da tempo ha già il fax.
Le raccomandate andranno in pensione!!

Vale la pena di ricordare che qualche anno fa qualche genio POSTALE si era inventato di mandare le IMMEIL dal sito delle poste facendo pagare il francobollo!!!!

Comunque sia, a ragione o torto, giusto o sbagliato che sia, basta farsi un giro in un qualsiasi ufficio postale, servizi integrativi, multimedialità tra cellulari, compiutere e tv digitale,ma dove stiamo, ma che ci vogliono far credere!! questi vedono troppi film di fantascienza!! per pagare una bolletta ci vogliono tre ore, devi pigliarti mezza giornata di ferie, (ma passate dal vecchietto di fuori che ci ha i biglietti della fila sottobanco e poi cercate di capire il funzionamento del tabellone elettronico,coi numeri che swappano da una fila all'altra, suonano, lampeggiano, si spengono e si accendono, roba da astrofisici)
Si ci riusciranno purea fare tutti sti servizi ma quando sara disponibile il teletrasporto!!!

Poi magari si impalla il sistema e si scoprira che per farlo ripartire bisogna riportare tutte le lettere al punto di partenza e riavviare!!!!

Tra l'altro dimenticavo una cosa, parecchi enti statali non accettano la raccomandata, ma accettano soltanto un particolare tipo di spedizione (un servizio che fanno i corrieri tipo dhl, traco ecc.).



[ Rispondi ]

 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/