Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 Torna l’allarme terremoto.

 .:Inviato Giovedì, 20 dicembre 2001 @ 13:06:27 da titiro
Rassegna Stampa Valle dell’Aniene, la terra ha tremato ancora: panico tra la gente. Scosse fino al IV grado avvertite a Bellegra, Canterano e Gerano. Lievi i danni e tanta la paura. Torna l'allarme - terremoto nella Valle dell'Aniene dopo il sisma di 21 mesi fa che lesionò circa 600 abitazioni provocando ingenti danni (oltre 80 miliardi) e 700 sfollati. Ieri la terra ha tremato ancora alle 8,20. Una scossa del quarto grado della scala Mercalli (magnitudo 3.4), che ha creato il panico nei comuni dell'epicentro tra Bellegra, Rocca Santo Stefano e Subiaco. I sismologi dell'Istituto nazionale di geofisica hanno registrato tre repliche alle 9,11 - 9,14 e, con maggiore intensità, alle 10,17. C'è stata tanta paura, ma solo qualche danno di lievissima entità, senza peraltro richieste d'intervento ai vigili del fuoco. Soprattutto a Bellegra, Canterano e Gerano (questi ultimi due centri erano già stati duramente colpiti dal terremoto dell'11 marzo 2000) la gente si è riversata sulle strade, temendo il peggio. Il sisma è stato avvertito anche ad Affile e a Tivoli. Il prefetto di Roma, Emilio Del Mese, ha disposto accertamenti e verifiche, ma i sopralluoghi svolti dai carabinieri non hanno riscontrato situazioni critiche. Controlli sono stati effettuati inoltre dal Dipartimento della Protezione civile. Solo a Canterano alcune crepe già esistenti per il terremoto precedente si sono estese, provocando qualche complicazione in più. A Bellegra la scossa ha causato momenti di grande apprensione ed è stata disposta la chiusura della scuola materna, elementare e media: le lezioni riprenderanno oggi. «La gente - dice il sindaco di Canterano, Pietro Segatori - adesso ha di nuovo paura. In alcuni edifici le lesioni si sono allargate». E preoccupazione si avverte a Gerano, a poche settimane dall'inizio delle opere di ricostruzione. «La popolazione - dichiara il primo cittadino Giorgio Fubelli - non è più tranquilla. I tecnici del Comune stanno procedendo alle necessarie verifiche per stabilire nuovi eventuali danni. Solo nelle prossime ore avremo un quadro esatto della situazione». (da Il Messaggero del 20/12/01)

Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Rassegna Stampa


Articolo più letto relativo a Rassegna Stampa:
LAVORI SOSPESI DOPO L’ULTIMATUM DELLA SOPRINTENDENZA

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
"Torna l’allarme terremoto." | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie
 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/