Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


   In centinaia in piazza per l'Inviolata

 .:Inviato Lunedì, 21 febbraio 2005 @ 17:08:34 da SucchiaNews
Umanesimo Oltre quattrocento persone hanno partecipato al corteo organizzato da Legambiente ieri pomeriggio a Guidonia. Una sfilata con tanti slogan e cartelloni che ha visto l'adesione delle principali associazioni ambientaliste e culturali del territorio s..... Oltre quattrocento persone hanno partecipato al corteo organizzato da Legambiente ieri pomeriggio a Guidonia. Una sfilata con tanti slogan e cartelloni che ha visto l'adesione delle principali associazioni ambientaliste e culturali del territorio scese in piazza per dire no alle fonti di inquinamento e per ribadire il diritto alla salute e alla tutela dell'ambiente. Organizzata all'indomani dell’approvazione della delibera regionale di riperimetrazione dei confini del parco dell'Inviolata, che ha fatto sfumare la possibilità di una rapida chiusura della discarica stessa, la manifestazione, iniziata intorno alle 14, si è posta come obiettivo non solo la chiusura del sito, ma l'attuazione di un intero piano di risanamento ambientale.
«Vogliamo più verde e meno business edilizio - fa sapere il portavoce del circolo Legambiente di via della Lucera - più controlli sulle emissioni delle aziende pesanti e meno insediamenti industriali. Sono già troppi quelli esistenti che, per il tipo di attività e per il traffico di mezzi pesanti, gravano in modo spropositato sulla situazione ambientale, provata dai centri abitativi in continua espansione». A supportare le richieste avanzate dagli ambientalisti i dati elaborati, nel 2004, da Legambiente nell'ambito della campagna "No allo smog", che ha misurato la percentuale di sostanze inquinanti presenti nell'aria. «La nostra zona - aggiunge - in base ai valori limiti stabiliti dalla Comunità europea è già stata dichiarata "un'area ambientalmente critica" e, quello che temiamo di più, è l'eventuale costruzione, sul nostro territorio, della centrale termoelettrica, il che significherebbe 35 tonnellate di polveri sottili l'anno».
Nel 2003 a Guidonia è stata chiesta - da parte della circoscrizione di Albuccione, Bivio e Castell'Arcione - un'indagine epidemiologica per stabilire la possibile relazione tra le numerose fonti di inquinamento (le cave di travertino, il cementificio e gli impianti di smaltimento di rifiuti pericolosi come l'ex Chimeco) presenti sul territorio e l'incidenza di determinate patologie legate al degrado ambientale. «Ci sono molti casi di malattie del sangue e dell'apparato respiratorio - spiega Felice Restaino, ex presidente della Circoscrizione e membro dell'Unione Farmacisti - e uno studio curato dall'Osservatorio epidemiologico della Regione nel 1997 ha segnalato un'eccessiva incidenza di morti per queste patologie, tanto che veniva sollecitato uno studio più attento».
(Messaggero 20/02/2005)




 


Nota: 7

Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Umanesimo


Articolo più letto relativo a Umanesimo:
Ratti della Sabina per l'Emergenza Kenya

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
"  In centinaia in piazza per l'Inviolata " | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie
 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/