Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 La Soprintendenza blocca il multipiano

 .:Inviato Martedì, 13 aprile 2004 @ 18:03:39 da titiro
Rassegna Stampa Tivoli, il parere negativo sospende la realizzazione del parcheggio interrato. L’impianto da 400 posti auto a piazzale Massimo non terrebbe conto dei vincoli. Dovrà essere modificato il progetto. La Soprintendenza blocca il progetto per la realizzazione del parcheggio interrato multipiano in piazzale Massimo a Tivoli, il Comune minaccia il ricorso al Tar. Il parere negativo è stato notificato l'altro giorno negli uffici comunali e di fatto sospende anche l'autorizzazione della Regione. Sul disegno definitivo dell'impianto da 400 posti, posizionato a pochi passi da Villa Gregoriana e vicino ad uno dei varchi di accesso al centro storico di Tivoli, il soprintendente per i Beni Architettonici ed Ambientali, Costantino Centroni, ha evidenziato alcune incongruenze relative all'impatto del fabbricato con i vincoli esistenti. Insomma per avere il via libera bisognerà modificare la parte esterna al parcheggio interrato, quella che insiste sul corso d'acqua dell'Aniene nell'area tutelata del centro storico della città. Uno stop di primaria importanza, se si considera che mancava solo l'approvazione del progetto definitivo e che il parcheggio di piazza Massimo, già finanziato con oltre 3 milioni e 500 mila euro, è una delle opere pubbliche di punta previste dall'amministrazione guidata dal sindaco diessino Marco Vincenzi. Secondo la tabella di marcia i primi sbancamenti dovevano iniziare entro la fine dell'anno. Obiettivo: fornire l'area storica dell'Acropoli e di Villa Gregoriana (la cui riapertura al pubblico è prevista nella primavera prossima) di un'area di sosta adeguata anche a livello turistico. Ma è vietato parlare di braccio di ferro. «Nessuna guerra con il Comune - sottolinea il soprintendente Costantino Centroni - abbiamo espresso parere negativo solo per il fabbricato a vista che circonda l'impianto interrato. Si dovrà attuare qualche sistemazione, senza scendere i particolari crediamo che la posizione strategica del nuovo impianto imponga maggiore attenzione per il verde». Aria di distensione anche da parte del sindaco Vincenzi «Siamo pronti a collaborare pienamente con la Soprintendenza - dice - l'opera è sostanziale per i servizi della città, è nostra intenzione adottare tutte le misure necessaria per portarla a buon fine». Nell'operazione parcheggi rientra anche il multipiano attualmente in costruzione di via Tiburto, nella zona alta della città. In tutto costerà 750.000 euro, la fine degli interventi è prevista entro l'anno. «Ma la nuova costruzione di piazza Massimo sarà sostanziale per il traffico di Tivoli - ammette l'assessore ai Lavori Pubblici Davide Carrarini - è la chiusura del cerchio sulle aree di sosta appena fuori dal centro citadino insieme ai parcheggi già funzionanti».
(da il Messaggero del 13/04/04)

Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Rassegna Stampa


Articolo più letto relativo a Rassegna Stampa:
WELLcHOME@PORTEAPERTE ... WELLcHOMEperPORTIAPERTI

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
"La Soprintendenza blocca il multipiano" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie
 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/