Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 Confermata la censura dell'Anomalo Bicefalo di Dario Fo e Franca Rame

 .:Inviato Sabato, 24 gennaio 2004 @ 11:43:58 da webmaster
Cultura e Scienza Riceviamo da Atlantidetv e pubblichiamo:
Il signor Dell'Utri cerca una vittoria schiacciante su una piccola televisione in costruzione.
Ha iniziato querelando Atlantide Tv per aver mandato in onda a dicembre lo speciale sull'Anomalo Bicefalo.
Quando uno dei grandi boiardi del nostro paese ti chiedecentinaia di migliaia di euro ti fermi a pensarci un'attimo.
Ma noi abbiamo deciso di andare avanti perché non possiamo pensare di vivere in una nazione dove non si può dire che un potente è incriminato in un processo e perché. Non è stato eroismo: non ce la siamo sentita proprio di abbassare la testa.

Poi, improvvisamente, ieri, con la pubblicità della trasmissione ormai partita su tutti i maggiori quotidiani italiani Multitemathiques, la multinazionale francese proprietaria del canale che ci ospita (Planet) ha assunto una posizione gravissima e secondo noi assolutamente sbagliata dal punto di vista etico: il blocco della trasmissione di "Anomalo Bicefalo", che sarebbe dovuto andare in onda stasera (venerdì 23) alle 21.00 su Atlantide tv, ospitata dal canale satellitare Planet.

Una decisione che, a quanto sappiamo, ha scavalcato anche la direzione di Multithematiques Italia.
Sostanzialmente non hanno accettato il rischio di avere a che fare con gli avvocati (e i poteri) del gruppo che oggi domina l'Italia, pur non essendo loro destinatari della querela (indirizzata contro Atlantide tv). Ma facendo così Multitemathiques tradisce la missione che è di qualunque organo di informazione. Speravamo di essere al sicuro dalla longa manus dei nostri potenti proprio perché è un'azienda indipendente a ospitare Atlantide Tv.

Un'azienda francese poi, gente che ha fatto la rivoluzione francese, gente che a certe strangolature della libertà di parola non ci stà, per tradizione e per orgoglio. Abbiamo fatto male i nostri conti. Multitemathiques ha deciso che due guitti e una tv "in costruzione" non valgono il rischio. Di sicuro si sta scrivendo un'altra pagina vergognosa della storia della libertà nel nostro paese. Non la prima (la lista ormai è chilometrica) ma sicuramente un'ulteriore grave conferma dell'impossibilità di comunicare liberamente fatti essenziali della nostra vita politica e sociale al grande pubblico televisivo, l'impossibilità di fare satira, in una parola l'impossibilità ad essere liberi come la nostra Costituzione prevede.

La situazione che si è creata è veramente grottesca e va analizzata con calma. Sicuramente si tratta di una ferita per una piccola impresa come Atlantide Tv, arrivata fino ad oggi con grandi sforzi a trasmettere più di 80 puntate di inchieste, controinformazione, cultura e satira, ospitando la maggioranza dei grandi censurati italiani (Luttazzi, Santoro, Travaglio, Guzzanti, Paolo Rossi...) e molti censurati meno noti.

L'elemento per ora essenziale, non solo per Atlantide Tv ma nell'interesse della collettività, è che questo episodio di censura non passi sotto silenzio. Speriamo che sempre più persone si rendano conto di quello che stà succedendo nel nostro paese e si inizi a discutere concretamente su come si possa far nascere una tv LIBERA in Italia. Per quanto ci riguarda continueremo a impegnarci per sviluppare lo spazio che stiamo costruendo e a essere disponibili, come sempre, a collaborare con tutte le iniziative fattive che vadano in questa direzione. Da stamane stiamo ricevendo e-mail e telefonate al ritmo di 15 al minuto. Anche da questo, della grande solidarietà che in questo momento ci circonda, ci sentiamo caricati e responsabilizzati ad andare avanti.

ATLANTIDE TV
075-9274426
http://www.atlantidetv.it
Contattaci

Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Cultura e Scienza


Articolo più letto relativo a Cultura e Scienza:
La grande vergogna

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 5
Voti: 3


Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
"Confermata la censura dell'Anomalo Bicefalo di Dario Fo e Franca Rame" | Login/Crea Account | 2 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie

Re: Confermata la censura dell'Anomalo Bicefalo di Dario Fo e Franca Rame (Voto: 0)
di Anonymous il Sabato, 24 gennaio 2004 @ 15:33:37
è legale sperare che alcune persone muoiano?
Io spero che Berlusconi un giorno inciampi stupidamente in un tombino e cada sbattendo la testa contro un qualsiasi spigolo... morendo stupidamente davanti alle telecamere di tutte le tv italiane... allora sì ke metterei il tricolore alla finestra!


[ Rispondi ]


Auguri e condoglianze (Voto: 0)
di Anonymous il Domenica, 25 gennaio 2004 @ 17:10:19
Non penso sia legale ma legittimo pensare di tutto, anche cose brutte come la morte di una persona.

Io per esempio non auguro la morte di uno che pensa che una famiglia campi dignitosamente con 1000 euro al mese.

Ad uno o a chi la pensa cosi' auguro che la sua di famiglia si trovi costretta a campare con 1000 euro al mese.

E ad uno che censura e poi grida che viene censurato dai pochi elementi liberi di comunicazione che non sono di sua proprieta', auguro un esproprio pubblico dei suoi beni per pubblica utilita'.



[ Rispondi ]

 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/