Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 No ai rincari, boicottata la A24

 .:Inviato Giovedì, 15 gennaio 2004 @ 18:43:32 da titiro
Rassegna Stampa Dalle 6 la protesta davanti al casello di Vicovaro-Mandela Ieri all'alba i "pendolari-ribelli" della Valle dell'Aniene hanno lanciato la loro sfida contro il caro-pedaggi sull'autostrada Roma-L'Aquila. La protesta, dopo le vibranti polemiche degli ultimi giorni, è scattata intorno alle 6 davanti al casello di Vicovaro-Mandela, dove gli automobilisti provenienti dal Sublacense e diretti alla Capitale sono stati invitati a evitare l'A24 e a proseguire sulla Tiburtina. Obiettivo: contestare l'aumento delle tariffe, che dal primo gennaio sono passate da 2,10 a 2,50 euro per i trenta chilometri dal casello di Mandella a quello di Lunghezza e viceversa. Un rincaro, attuato dalla società «Strada dei Parchi» (l'ente gestore della Roma-L'Aquila-Pescara), che ieri ha così portato a boicottare l'autostrada A24 per l'intera giornata. In molti, secondo gli organizzatori della clamorosa iniziativa, hanno cambiato strada, intasando la Tiburtina per raggiungere Roma. Davanti alla barriera di Mandela un presidio, composto da pendolari e amministratori comunali, è rimasto attivo nell'orario di punta per dirottare gli automobilisti sulla ex statale Tiburtina e distribuire volantini. «La gente sta abbandonando l'autostrada - afferma Franco Perozzi, uno dei promotori della protesta - perché gli ingiustificati rincari dei pedaggi penalizzano in maniera esorbitante gli utenti del comprensorio. Non è un caso che oggi (ieri per chi legge, ndr) dopo il casello di Lunghezza, verso Roma, non si sono registrati i soliti ingorghi e il pullman partito da Mandela alle 7,30 ha raggiunto Ponte Mammolo in appena 35 minuti. Protestiamo perché c'è un danno economico per l'intero territorio». Per uscire da una situazione che rischia di farsi sempre più pesante - è in via di costituzione un Comitato intercomunale allo scopo d'intensificare la protesta - si chiede alla società «Strada dei Parchi» di istituire abbonamenti agevolati per gli utenti della Valle Aniene. «Siamo stanchi - dice un altro pendolare- ci sfilano dalle tasche 400 euro in più l'anno senza avere in cambio nuovi servizi e con tempi sempre maggiori per arrivare sul posto di lavoro». Anche i sindaci (ancora una volta era attesa una più larga partecipazione) sono sul piede di guerra. «La A24 - tuona il primo cittadino di Vicovaro, Cristian Thomas - è un'autostrada di tipo urbano, almeno fino a Castel Madama. Chiediamo di rivedere tutti gli espropri eseguiti per conto dello Stato e tutti i vincoli posti sui territori attraversati dall'autostrada. Negli anni non si sono programmati interventi per migliore la Tiburtina e forse in questo c'è una spiegazione: obbligare la gente a utilizzare l'autostrada. Se tutto resta così siamo capaci anche di alzare le barricate». Il sindaco di Sambuci Antonio Tuterti accusa: «Riceviamo solo promesse, ma niente aiuti concreti. Abbiamo la ferrovia che nessuno si preoccupa di potenziare. Vogliamo il rilancio della strada ferrata e della stazione di Mandela per migliorare i collegamenti con Roma. Promuoveremo un sit-in sotto il ministero dei Trasporti». Intanto la "guerra" al costo salato del pedaggio potrebbe presto finire nelle aule giudiziarie. «Chiederemo alla Procura - annuncia infatti il presidente della Comunità montana, Luciano Romanzi - di verificare i rapporti tra ministero, Anas e società Autostrade». E tra i pendolari già prende corpo l'idea di nuove e più incisive proteste.
(da Il Messaggero del 15/01/04)

Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Rassegna Stampa


Articolo più letto relativo a Rassegna Stampa:
LAVORI SOSPESI DOPO L’ULTIMATUM DELLA SOPRINTENDENZA

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 5
Voti: 1


Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
"No ai rincari, boicottata la A24" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie
 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/