Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 Guidonia: cresce la paura tra i commercianti

 .:Inviato Sabato, 21 dicembre 2002 @ 11:22:00 da titiro
Rassegna Stampa Guidonia, contro i furti a catena minacciate anche le ronde notturne . Dalla banda del cric che ruba telefonini e preziosi a quella del buco. Microcriminalità in azione sotto le feste.Microcriminalità in azione a Guidonia: cresce la paura dei commercianti esasperati per i continui furti e le rapine messe a segno con un'allarmante frequenza . A ripulire gioiellerie e negozi di elettrodomestici ci pensa ora la banda del cric che sta terrorizzando i negozianti del centro della Città dell'Aria rubando preziosi e telefonini da rivendere sotto le feste di Natale. L'ultimo in ordine di tempo a finire nella rete di malviventi è stato il negozio di elettrodomestici "Fagioli" visitato sabato scorso, mentre soltanto una settimana prima i ladri avevano visitato la gioielleria di Antonio Comparone, in viale Roma 75. Qui hanno scardinato la serranda e forzato la porta d'ingresso. Poi hanno portato via orologi di valore e gioielli. Il colpo ha fruttato un bottino di oltre 50 mila euro tra oro e diamanti. Sul piede di guerra i commercianti minacciano di difendersi ricorrendo a ronde notturne. Il portavoce dei commercianti di Guidonia, Livio Laurenza sostiene che la situazione è ormai insopportabile e chiede, a nome di tutti i negozianti, maggior sicurezza. «Non c'è vigilanza e i ladri possono agire indisturbati dice il presidente della Confcommercio che sollecita controlli più incisivi sul territorio tiburtino.«E' necessario attivarsi per prevenire e reprimere questo fenomeno - aggiunge - che di giorno in giorno diviene sempre più preoccupante». E la tensione, tra i residenti, sale anche perché oltre a gioiellerie e negozi di abbigliamento, i malviventi l'altro venerdì hanno preso d'assalto, in pieno giorno l'Ufficio postale di via Gabelli, nel cuore di Guidonia. Un uomo e una donna si sono presentati all'ufficio dei servizi finanziari e, minacciando con una pistola un dipendente, si sono fatti consegnare il denaro, in tutto 20 mila euro. Per la sede postale di via Gabelli, questo è il secondo colpo in poco più di un anno. Inaugurata nell'ottobre del 2001, quando cioè si è trasferita da via Umberto Maddalena, è stata subito "battezzata" con un grosso colpo nell'aprile scorso. Allora una banda di 5 uomini riuscì a portare via, a mani nude, oltre 100 milioni di euro. (da Il Messaggero del 20/12/02)

Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Rassegna Stampa


Articolo più letto relativo a Rassegna Stampa:
LAVORI SOSPESI DOPO L’ULTIMATUM DELLA SOPRINTENDENZA

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
"Guidonia: cresce la paura tra i commercianti" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie
 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/