Aggiungi Documento o Foto
Invia Files/Foto
Aggiungi Segnalazione Ambientale
Segnala X Ambiente
Invia Video
Invia Video
Invia Notizia
Invia Notizia
Invia un sito
Invia Sito
Invia un sito
Iscriviti NewsLetter
Toolbar
Installa Toolbar
Libera Rete Civica del Nord Est di Roma
 NewsLetter
Iscriviti alle Newsletter
della Rete Civica


Indirizzo email

Lista/NewsLetter

Azione


 Seguici...


 Cotral, è bufera: in rivolta autisti e passeggeri

 .:Inviato Mercoledì, 04 dicembre 2002 @ 12:40:41 da titiro
Rassegna Stampa Il calvario quotidiano dei pendolari della Valle dell'Aniene: 80-90 persone stipate sul bus, i meno fortunati restano a terra. Bloccati allo scalo di Mandela 9 mezzi. I conducenti: «E noi rischiamo la patente» a Vicovaro a Roma, stretti uno contro l'altro come in un carro bestiame. In autobus che potrebbero trasportare solo cinquantadue passeggeri, nelle ore di punta sono ottanta, novanta a mezzo. Gli autisti, complici anche le nuove regole, si sono rifiutati di proseguire la corsa. Il rifiuto ha provocato la rivolta dei pendolari della Valle dell'Aniene è scoppiata ieri mattina intorno le 6.30: un centinaio di persone che aspettavano alla fermata di Mandela scalo, sulla Tiburtina Valeria, la corsa via autostrada diretta a Roma e partita da Percile alle 5.30, hanno visto arrivare il bus blu già strapieno di passeggeri. Non c'era modo di conquistare un angolino tra la calca, si è scatenata la protesta, la seconda in meno di un mese. Impiegati e studenti hanno bloccato i mezzi, nove in tutto, in meno di due ore sulla strada si sono radunate cinquecento persone, tra i carabinieri e gli autisti che cercavano di riportare tutti alla calma. La situazione si è sbloccata solo dopo le 7.30, quando oramai la maggior parte dei pendolari aveva già abbandonato l'impresa ed una corsa "speciale" diretta a Roma è stata inviata dal deposito Cotral di Tivoli. Alla protesta dei forzati del viaggio si è unita anche quella del sindaco di Vicovaro. Christian Cedric Thomas ha denunciato una situazione di allarme sociale dovuta proprio ai disservizi del trasporto pubblico su gomma: «Negli ultimi anni - ha scritto al Prefetto di Roma ed ai vertici Cotral - la popolazione extracomunitaria residente è aumentata su tutto il territorio aggiungendosi alle migliaia di pendolari della zona, e spesso le condizioni disumane dei viaggi causano malumori e diverbi tra i passeggeri per il mancato incremento delle corse». Ai disagi dei pendolari si aggiungono quelle dei conducenti. Gli autisti del deposito Cotral di Tivoli, riferimento per quattordici comuni del circondario, sono da mesi in agitazione. Ogni giorno rischiano di essere aggrediti dai passeggeri esasperati, è già successo qualche settimana fa. Sono in pochi e costretti a continui straordinari, con un parco macchine vecchio ed inadeguato. Per mercoledì 11 hanno programmato uno sciopero di quattro ore. Tanti passeggeri in più e gli stessi pullman, sempre più vecchi. «Negli ultimi tempi la domanda di trasporto sulle nostre linee è aumentata del trenta per cento - spiega il presidente del Cotral Corradino Poidomani - e questo ci ha messo in difficoltà». Il parco mezzi del Cotral, 1360 pullman in tutto il Lazio e circa 800 nella provincia di Roma, «è antiquato e insufficiente», ammette il presidente. Ogni mezzo ha in media 13 anni e mezzo d'anzianità, un centinaio sono addirittura dell'82. Servono nuovi pullman per far fronte alla crescente richiesta. «Dal 10 dicembre ne entreranno in funzione 50, di cui 18 appena immatricolati, e stiamo indicendo la gara per l'acquisto di altri 460», ci vorranno cinque, sei mesi, assicura Poidomani, per potenziare e ringiovanire i depositi Cotral. Non solo: per evitare il sovraffollamento dei passeggeri negli orari di punta, l'azienda sta riorganizzando il servizio rivedendo i turni e aumentando le corse nelle ore più "calde". Se non si corre ai ripari, le rivolte saranno all'ordine del giorno. Con l'arrivo della patente a punti sono previste penalità per i conducenti che accolgono viaggiatori in piedi. «Da gennaio attueremo la legge alla lettera e una volta esauriti i posti non faremo salire più nessuno», minacciano gli autisti. Il che vuol dire che ogni giorno centinaia di persone resteranno a terra. Finora i passeggeri in più, quando non sono troppi, sono tollerati. «Per un tratto breve, possiamo trasportare fino al venti per cento di passeggeri in piedi. Di più non è possibile», spiega Poidomani. E invece da Vicovaro a Roma viaggiano anche in novanta su pullman per 52 persone. (da Il Messaggero del 04/12/02)

Condividi questa notizia su Facebook
 
 Links Correlati
· Inoltre Rassegna Stampa


Articolo più letto relativo a Rassegna Stampa:
LAVORI SOSPESI DOPO L’ULTIMATUM DELLA SOPRINTENDENZA

 Gradimento Articolo
Media del Punteggio: 0
Voti: 0

Vota per questo Articolo:

Eccellente
Very Good
Buono
Regolare
Cattivo

 Opzioni

 Pagina Stampabile Pagina Stampabile

 Invia questo Articolo ad un Amico Invia questo Articolo ad un Amico
Condividi su Facebook Condividi su Twitter Condividi su Google Condividi su del.icio.us Condividi su digg Condividi su Yahoo Condividi su Windows Live Condividi su oknotizie Inserisci sul tuo blog Splinder
"Cotral, è bufera: in rivolta autisti e passeggeri" | Login/Crea Account | 0 commenti
I commenti sono chi li inserisce. Noi non siamo responsabili per il loro contenuto.
Per questioni di spamming, non sono consentiti link all'interno del commento. Grazie
 
Questo sito non è una testata giornalistica e viene aggiornato episodicamente sui temi contenuti, non può pertanto considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7/3/2001. Ogni autore è responsabile del contenuto delle proprie notizie ed articoli. I commenti sono di proprietà dei mittenti. Aniene.Net non è responsabile per il contenuto dei messaggi postati dagli utenti, essi non rappresentano altro che l'espressione del pensiero degli autori.
Il materiale ivi contenuto puo' essere utilizzato , salvo diritti di terzi, purche' se ne citi la fonte.

Commons CreativeTutti i documenti presenti in questo sito sono sotto licenza Commons Creative ver. 2.0 , salvo indicazioni diverse, nel rispetto della proprieta' intellettuale. per info: http://creativecommons.org/licenses/by-nc-nd/2.0/it/